Informative

Novità 2021 per imprese e professionisti | info n. 5/2021

Download

Riportiamo una sintesi delle principali novità in vigore da quest’anno, che approfondiremo più dettagliatamente in seguito.

PROROGA MORATORIA PMI

Proroga automatica dal 31/1/2021 al 30/6/2021, salvo esplicita rinuncia, della moratoria straordinaria sui mutui per imprese e lavoratori autonomi.

ESONERO CONTRIBUTI PER AUTONOMI E PROFESSIONISTI

E’ previsto l’esonero dai contributi previdenziali dovuti:

–    dai lavoratori autonomi e dai professionisti iscritti alle gestioni previdenziali dell’INPS o ad altra cassa di previdenza obbligatoria, che abbiano percepito nel periodo d’imposta 2019 un reddito complessivo non superiore a 50.000 euro e abbiano subìto un calo del fatturato o dei corrispettivi nell’anno 2020 non inferiore al 33% rispetto a quello dell’anno 2019;

–    dai medici, dagli infermieri e dagli altri professionisti ed operatori assunti per l’emergenza derivante dalla diffusione del Covid-19.

Sono esclusi dall’esonero i premi dovuti all’INAIL.

Con uno o più decreti dovranno essere definiti i criteri e le modalità per la concessione dell’esonero.

INDENNITA’ STRAORDINARIA PER GLI ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA INPS

Per il triennio 2021-2023 è istituita un’indennità fino a un massimo di 800 euro mensili riconosciuta per 6 mensilità a favore degli iscritti alla Gestione separata Inps, con partita Iva da almeno 4 anni. Domanda da presentare telematicamente entro il 31/10 di ciascun anno. Condizioni:

  • avere prodotto un reddito di lavoro autonomo, nell’anno precedente a quello di presentazione della domanda, inferiore al 50 per cento della media dei redditi da lavoro autonomo conseguiti nei 3 anni precedenti all’anno precedente alla presentazione della domanda stessa;
  • aver dichiarato, nell’anno precedente alla presentazione della domanda, un reddito non superiore a 8.145 euro, annualmente rivalutato sulla base della variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati rispetto all’anno precedente.
  • essere in regola con la contribuzione previdenziale obbligatoria;

 NUOVI TERMINI DI VERSAMENTO DELL’IMPOSTA DI BOLLO DELLE FATTURE ELETTRONICHE

A decorrere dalle fatture emesse quest’anno, l’imposta di bollo dovrà essere versata alle seguenti scadenze:

  • per le fatture emesse nel primo, terzo e quarto trimestre, entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo al trimestre di riferimento (31/5 – 30/11 – 28/2);
  • per le fatture emesse nel secondo trimestre andrà versata entro l’ultimo giorno del terzo mese successivo (30.09).

Se l’imposta dovuta per il primo / secondo trimestre sarà pari o inferiore a 250 euro, il versamento potrà essere effettuato entro il termine di versamento previsto per il secondo / terzo trimestre.

Il termine per il versamento dell’imposta di bollo relativa alle fatture emesse nel IV trimestre 2020 rimane fissato al 20/1/2021.

TRASMISSIONE TELEMATICA DEI CORRISPETTIVI

Dal 1° gennaio 2021 è obbligatorio per i commercianti al minuto provvedere all’acquisto e all’attivazione del registratore di cassa telematico.

Viene meno la possibilità di inviare i dati dei corrispettivi giornalieri (certificati tramite ricevute fiscali ovvero tramite il vecchio registratore di cassa) entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione, tramite l’area riservata del portale “Fatture e corrispettivi” dell’Agenzia delle Entrate.

Rimane il vecchio tracciato, valido fino ad aprile 2021, oltre quella data sarà obbligatorio il nuovo tracciato di invio dei corrispettivi telematici.

COMPENSAZIONE CREDITI-DEBITI DA FATTURE ELETTRONICHE

L’Amministrazione Finanziaria metterà a disposizione dei contribuenti una piattaforma telematica dedicata alla compensazione di crediti e debiti derivanti da transazioni commerciali e risultanti da fatture elettroniche. Tale compensazione produrrà gli stessi effetti previsti dal codice civile. Si attende apposito decreto.

AFFITTI BREVI

La cedolare secca del 21% per gli affitti brevi, da quest’anno potrà essere applicata solo in caso di destinazione alla locazione breve di non più di 4 appartamenti per ciascun periodo d’imposta. Negli altri casi l’attività di considera svolta in forma imprenditoriale. E’ dunque indispensabile valutare attentamente la propria posizione e prendere le decisioni del caso.

BONUS AFFITTI PER UNITÀ IMMOBILIARI RESIDENZIALI

Previsto per il 2021 un contributo a fondo perduto a favore del locatore di immobile adibito ad uso abitativo, ubicato in un comune ad alta densità abitativa, che costituisca abitazione principale del locatario, che accorda una riduzione del canone di locazione.

Il contributo è riconosciuto fino al 50% della riduzione del canone ed entro il limite massimo annuo di 1.200 euro per singolo locatore.

Ai fini della concessione del contributo, il locatore è tenuto a comunicare in via telematica la rinegoziazione del canone di locazione all’Agenzia delle Entrate. Per le modalità operative si attende il decreto.

ESENZIONE COSAP E TOSAP

I ristoratori e gli ambulanti sono esonerati dal pagamento di queste imposte per il primo trimestre 2021. E’ spostato al 31 marzo il termine per la presentazione delle domande di nuove concessioni o di ampliamento per l’occupazione di suolo pubblico.

CONTRIBUTI COVID

Confermata la detassazione dei contributi disposti a partire dalla dichiarazione dello stato di emergenza sanitaria, indipendentemente dal soggetto che li ha erogati e da come sono stati utilizzati.

BONUS PUBBLICITÀ

Il bonus pubblicità viene prorogato per il 2021 e per il 2022 in misura pari al 50% degli investimenti pubblicitari effettuati sui giornali quotidiani e periodici, anche online, fino a 50 milioni di euro annui.

Segnaliamo che, coloro che hanno effettuato investimenti pubblicitari nel 2020 ed hanno “prenotato” il beneficio, entro l’8 febbraio dovranno confermare che gli investimenti indicati nella comunicazione per l’accesso al credito d’imposta sono stati effettivamente realizzati e che sono stati rispettati tutti i requisiti richiesti.

RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE IMPRESE DI MEDIE DIMENSIONI

E’ previsto un credito d’imposta per gli aumenti di capitale a pagamento integralmente versati entro il 30/6/2021.

BONUS TRANSIZIONE 4.0

Vengono prorogati e rafforzati i crediti di imposta del Piano Nazionale Transizione 4.0. In particolare:

–    il credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali nuovi, fino al 50% del valore del bene.

–    il credito d’imposta per gli investimenti in ricerca e sviluppo, in transizione ecologica, in innovazione tecnologica 4.0 e in altre attività innovative, viene confermato fino al 31/12/2022. Il bonus spetta nella misura: del 20%, fino a un massimo di 4 milioni di euro, per gli investimenti in ricerca e sviluppo; del 10%, fino a un massimo di 2 milioni di euro, per gli investimenti in innovazione tecnologica e in design e ideazione estetica; del 15%, fino a un massimo di 2 milioni di euro, per gli investimenti in innovazione tecnologica finalizzata alla realizzazione di prodotti o processi di produzione nuovi o sostanzialmente migliorati per il raggiungimento di un obiettivo di transizione ecologica o di innovazione digitale 4.0.

–    il credito d’imposta sul costo del personale impiegato in attività formativa 4.0 viene esteso fino al 2022. L’agevolazione è compresa tra il 30% e il 50% delle spese sostenute, a seconda della dimensione dell’impresa, e può arrivare al 60% nel caso di lavoratori svantaggiati.

DISPOSIZIONI SULLA RIDUZIONE DI CAPITALE DELLE SOCIETÀ

Per le perdite conseguite nell’esercizio in corso al 31/12/2020 non opera la causa di scioglimento della società per riduzione o perdita del capitale sociale e il termine entro il quale la perdita deve risultare diminuita a meno di un terzo del capitale è posticipato al quinto esercizio successivo.

INCENTIVI FISCALI OPERAZIONI DI AGGREGAZIONE AZIENDALE

Al fine di incentivare i processi di aggregazione aziendale di società non facenti parte dello stesso gruppo, è confermato che in caso di fusione / scissione / conferimento d’azienda, deliberate tra l’1/1 ed il 31/12/2021, il soggetto risultante dalla fusione può trasformare in credito d’imposta una quota delle attività per imposte anticipate (anche se non iscritte in bilancio) riferite a perdite fiscali ed alle eccedenze ACE.

Detta trasformazione è condizionata al pagamento di una commissione, deducibile ai fini delle imposte sui redditi e dell’Irap, pari al 25% delle attività per imposte anticipate complessivamente trasformate.

ESTENSIONE RIVALUTAZIONE BENI D’IMPRESA

Confermata la rivalutazione dei beni d’impresa con imposta sostitutiva del 3% ed estesa anche all’avviamento e alle altre attività immateriali risultanti dal bilancio al 31/12/2019.

RIVALUTAZIONE TERRENI E PARTECIPAZIONI

Riproposta la possibilità di rideterminare il costo d’acquisto di terreni edificabili e agricoli, nonché di partecipazioni non quotate in mercati regolamentati, alla data del 1/1/2021, posseduti non in regime d’impresa, da parte di persone fisiche, società semplici, associazioni professionali, nonché enti non commerciali. Fissato al 30/6/2021 il termine entro il quale provvedere alla redazione ed asseverazione della perizia di stima e versamento imposta sostitutiva pari all’11%.

ANNOTAZIONE DELLE FATTURE EMESSE NEI REGISTRI IVA PER TRIMESTRALI

Ai contribuenti trimestrali viene concesso più tempo per l’annotazione delle fatture emesse nel registro IVA, che può essere fatta entro la fine del mese successivo al trimestre di effettuazione delle operazioni (il termine precedente era il 15 del mese successivo).

PROROGA BONUS EDILIZI

Vengono prorogati fino al 31.12.2021 i seguenti bonus:

–    il bonus facciate al 90% per gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti;

–    la detrazione Irpef del 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia;

–    l’ecobonus per gli interventi di riqualificazione energetica delle singole unità immobiliari, per gli interventi sulle parti comuni condominiali e per quelli effettuati su tutte le unità immobiliari di cui si compone il condominio;

–    il bonus fino a 16.000 euro per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe energetica elevata acquistati per l’arredo dell’immobile in ristrutturazione;

–    il bonus verde per gli interventi di sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi, nonché di realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

BONUS IDRICO

Introdotto un bonus, pari a 1.000 euro, a favore delle persone fisiche residenti in Italia, da utilizzare entro il 31/12/2021, per interventi di sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e di apparecchi di rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua. Si attende il decreto.

BONUS PER DEPURATORI ACQUA

Istituito un credito d’imposta per l’acquisto di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare per il miglioramento qualitativo delle acque.

Possono beneficiarne le persone fisiche, i soggetti esercenti attività d’impresa, arti e professioni, e gli enti non commerciali, compresi gli enti del Terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti.

Il beneficio spetta nella misura del 50% delle spese sostenute tra il 1/1/2021 e il 31/12/2022 coi seguenti limiti:

–    1.000 euro per ciascuna unità immobiliare per le persone fisiche non esercenti attività economica;

–    5.000 euro per ciascun immobile adibito all’attività commerciale o istituzionale per gli altri soggetti.

Con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate dovranno essere stabiliti i criteri e le modalità di applicazione della norma.

SUPERBONUS 110%

Prorogato il termine con alcune modifiche:

–    tra i soggetti beneficiari dell’agevolazione vengono incluse le persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arte o professione, con riferimento agli interventi su edifici composti da 2 a 4 unità immobiliari distintamente accatastate, anche se posseduti da un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche;

–    viene prevista la proroga dalla maxi detrazione fino al 30/06/2022. Il superbonus spetta anche per le spese sostenute entro il 31/12/2022 per gli interventi effettuati dai condomini e su edifici plurifamiliari, anche con un solo proprietario, con non più di 4 unità immobiliari, per i quali alla data del 30/6/2022 siano stati eseguiti lavori per almeno il 60% dell’intervento. Ulteriori proroghe sono previste per le case popolari;

–    il superbonus viene esteso agli interventi per la coibentazione del tetto, agli edifici privi di attestato di prestazione energetica, all’eliminazione delle barriere architettoniche, agli impianti solari fotovoltaici su strutture pertinenziali agli edifici;

–    prorogata anche alle spese sostenute nel 2022 la possibilità di optare per la cessione o per lo sconto in fattura in luogo della fruizione diretta della maxi detrazione.

BONUS LOCAZIONI

Riconosciuto anche per quest’anno, per il periodo dal 1/1 al 30/4/2021, il credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo, ma solo per le agenzie di viaggio e i tour operator.

ESENZIONE IMU SETTORE TURISTICO

Non è dovuta la prima rata IMU 2021 con riferimento agli immobili ove si svolgono specifiche attività connesse ai settori del turismo, ricettività alberghiera e spettacoli. Rientrano, in particolare, gli immobili accatastati D/2 e relative pertinenze, affittacamere per brevi soggiorni, case e appartamenti per vacanze, B&B, residence, a condizione che i relativi soggetti passivi IMU siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

Ultime news

Informative

Retribuzioni e compensi di dicembre, criterio di cassa allargato | info n. 1/2021

Le retribuzioni e i compensi pagati entro il 12 gennaio si considerano percepiti nell’anno precedente

Vai alla news
Informative

Versamenti prorogati | info n. 80/2020

Una sintesi dei versamenti prorogati con le relative nuove scadenze

Vai alla news